Nigella di Damasco

1,79

9 disponibili

Quantità:
COMPARA con un altro prodotto

Descrizione

La Nigella è una pianta erbacea annuale della famiglia delle Ranunculaceae originaria dell’Europa centro – meridionale. La pianta, alta circa 50 cm, è dotata di una radice a fittone, di steli eretti e striati di colore verde intenso.

Le foglie, più numerose nella parte terminale del fusto, sono bipennatosette e formano una sorta di involucro di brattee in prossimità del fiore.

I fiori, di colore lilla, azzurro, bianco o blu, che crescono per lo più isolati sugli apici degli steli, hanno il calice di 2-3 cm composto da 5 sepali petaloidi, con lembi ungulati, assai più lunghi dei 5-10 petali scuri, ridotti in nettari con in alto due labbra di cui quella inferiore biloba o bifida.

Dal centro della corolla sporgono numerosi stami con filamenti eretti, antere senza appendice e pistilli con stili molto sviluppati.

I semi, neri e spigolosi, si possono raccogliere quando le capsule sono completamente mature.

Fioritura: la Nigella fiorisce nel periodo primavera – estate.

Coltivazione Nigella

Esposizione: ama i luoghi luminosi e soleggiati riparati dal vento e dal freddo.

Terreno: predilige il terreno alcalino, ricco di sostanza organica, sciolto e ben drenato.

Annaffiature: la Nigella è una pianta che tollera brevi periodi di siccità, ma nella stagione calda, è annaffiarla regolarmente  quando il terreno è completamente asciutto.

Concimazione: ogni 15-20 giorni aggiungere del concime per piante da fiore all’acqua delle annaffiature; se si utilizza un concime granulare a lenta cessione sarà sufficiente distribuirlo una sola alla base della pianta.

Moltiplicazione Nigella

La Nigella si riproduce per seme.  La semina si effettua in semenzaio protetto nel mese di febbraio e direttamente a dimora nel mese di aprile.

Poiché la pianta produce fiori al massimo per 2 mesi si consiglia di seminarla più volte a distanza di 15 giorni per prolungare la fioritura fino alla fine dell’estate.

Quando si effettua il trapianto delle nuove piantine si consiglia di maneggiarle con cura per evitare di rovinare le loro radici.